Beck. Controllo su misura della pressione.

Novità

Aprile 2012:
Inizio dei lavori di ampliamento il 18/04/2012

Il 18/04/2012 è stato per la Beck GmbH Druckkontrolltechnik il giorno della cerimonia di inizio lavori per l'ampliamento della sede dell'azienda di Steinenbronn. Questa nuova costruzione, adiacente al padiglione esistente, ha una superficie utile di 1.900 m² e nasce da un progetto di bioedilizia ("green building") portato avanti con grande coerenza. L'edificio, il cui completamento è previsto per febbraio 2013, sarà anche certificato in base ai rigidi criteri della DGNB (Deutsche Gesellschaft für Nachhaltiges Bauen - Società Tedesca per l’Edilizia Sostenibile). Oltre a un aumento del 90% della superficie destinata alla produzione e al magazzinaggio, necessario per la crescita futura e il previsto potenziamento dell'automazione, Beck, grazie al miglioramento della logistica interna e del flusso delle merci, confida anche in un notevole aumento dell'efficienza.

Leggi l'articolo 1
Leggi l'articolo 2

 

Febbraio 2012:
I divoratori di energia da rintracciare ....

Leggi l'intero articolo nel IHKRegion rivista di settore di Stoccarda, 03,2012 Edition:

Die Geschäfte gehen gut bei der Beck GmbH in Steinenbronn. Gerade hat der Spezialist für Druckkontrolltechnik eine Werkserweiterung begonnen, die in einem Jahr in Betrieb gehen soll. Die Betriebsfläche wächst damit um 90 Prozent. Was nicht mitwächst, ist der Energieverbrauch. "Nach der Erweiterung werden unserer Kosten für Heizung, Lüftung und Klimatisierung nicht über denen des Bestandbaus...

Leggi l'articolo

 

Febbraio 2012:
La Beck GmbH Druckkontrolltechnik iniziare la prossima primavera con una Erweiterungsbeu della zona che operano in Steinenbronn è aumentato del 905 ....

Leggi l'intero articolo da parte dei clienti aziendali la rivista apprezzano la Kreissparkasse Esslingen-Nürtingen, Issue 1/12:

Die Beck GmbH Druckkontrolltechnik beginnt im kommenden Frühjahr mit einem Erweiterungsbau, der die Betriebsfläche in Steinenbronn um 90 Prozent vergrößert. Zugleich ist das der Startschuss für eine umfassende energetische Modernisierung, die den Baubestand einschließt. Der Hersteller...

Leggi l'articolo

 

Ottobre 2011:
Nuovo Manometro differenziale Display P2 con regolazione dello zero automatica

Il nuovo manometro differenziale Display P2 è disponibile in due versioni: la versione base 990M con regolazione dello zero manuale e la versione tecnicamente più complessa 990A con regolazione dello zero automatica.

Si tratta di un manometro dotato di display digitale della pressione di dimensioni 143 x 96 x 48 mm che può essere montato con la massima semplicità negli alloggiamenti dei pannelli di comando standard conformemente alla DIN IEC 61554. La tensione di esercizio è di 24 VAC/DC, ma l'apparecchio può operare anche alla tensione di rete per mezzo di un alimentatore a spina optional.

I manometri si prestano al controllo dell'aria e dei gas non aggressivi. Il segnale di uscita a tre conduttori può essere a scelta 0...10 V o 4...20 mA con 20-480 Ohm di carico. La massima corrente assorbita è inferiore a 250 mA. A seconda della versione, il campo di misura è di 0...25 Pa o 0...250 kPa e i campi di misura minimi sono forniti solo con la regolazione dello zero automatica. Il valore di pressione presente può essere espresso in tre unità di misura: Pascal, mbar o WC. Il tempo di risposta del segnale di uscita può essere selezionato tra 0,1 e 20 s. La manopola centrale posta sul lato frontale consente di selezionare e modificare tutte le funzioni disponibili.

Nella versione 990M la regolazione dello zero del segnale di uscita si effettua manualmente per mezzo della manopola, nel menu dei parametri, quando il trasduttore è depressurizzato. Nella versione 990A il trasduttore di pressione esegue automaticamente la regolazione dello zero a brevi intervalli di tempo. In questo modo si riduce ulteriormente la deriva e nel contempo si riducono sostanzialmente anche i costi di controllo e manutenzione.

Come optional, il manometro differenziale può comprendere, oltre al segnale di uscita analogico, due uscite di commutazione con relè con una capacità di commutazione massima di 250 VAC/5A. Queste uscite di commutazione possono essere regolate dall'utente nell'ambito del campo di misura per attivare i dispositivi collegati quando viene raggiunto il livello di pressione definito.

Tutte le connessioni elettriche si trovano sul retro dell'apparecchio. Sul retro sono presenti anche i due attacchi della pressione per flessibili da 4 mm e da 6 mm.

Beck è presente al MOTEK padiglione 5, stand 5401.

 

Luglio 2011:
ricertificazione positiva del nostro sistema del controllo qualità in accordo a ISO 9001:2008!

Dopo la certificazione del nostro sistema del controllo qualità avvenuta nel 2002, in accordo alla norma internazionale ISO 9001:2000, abbiamo dovuto effettuare, nel mese di luglio 2011, la ricertificazione prevista ogni 3 anni. In tale ambito la DEKRA ITS Certification Services ha effettuato direttamente in sede un ampio controllo di tutte le nostre procedure e dei processi rilevanti a livello di qualità. I revisori ci hanno confermato che il nostro sistema del controllo qualità corrisponde pienamente ai severi requisiti della norma. Sulla scorta di tali positivi risultati di esame, la DEKRA Certification ha nuovamente emesso il certificato valido fino al 2014 per i settori sviluppo, produzione e distribuzione di pressostati e trasduttori per la misurazione della pressione.

 

Aprile 2011:
Trasmettitore di pressione differenziale 984A e 985A con regolazione dello zero automatica

Dalla pressione presente in molti casi è possibile ottenere una valutazione affidabile riguardo allo stato di un impianto, sia che si tratti di un monitoraggio di un edificio automatizzato, tecnica di climatizzazione, tecnica di pulizia laboratorio, o controllo di valvole anche a farfalla oppure monitoraggio di ventilatori e compressori. Il sensore preferito per tutto ciò è un trasmettitore di pressione differenziale: esso permette rilevazioni riguardo alla differenza di pressione, sovrapressione, sottopressione nel sistema.

Finora i trasmettitori di pressione differenziale presentano tuttavia uno svantaggio: la regolazione dello zero deve essere effettuata sempre manualmente al fine di compensare la deriva risultante e causata dal tempo, temperatura oppure da influssi connessi all’impianto. I nuovi sensori della serie 984A e 985A risolvono quest’inconveniente, in quanto sono dotati di una funzione di regolazione automatica dello zero. In tal modo il sensore, dopo il suo montaggio, non richiede più una manutenzione periodica, un vantaggio considerevole non trascurabile, non sono rimosse coperture ed è evitata la contaminazione da parte dei tecnici di manutenzione. Proprio per impianti che richiedono l’igiene più elevata, per laboratori che devono essere perfettamente puliti oppure anche nel caso di bisogno limitazione d’accesso e gran sicurezza, è evidente il vantaggio riguardo ai costi d’esercizio in confronto a soluzioni standard e commerciali.

Il nuovo trasmettitore di pressione differenziale è disponibile in due versioni, il 984A con chassis arrotondato (diametro 85 x 58 mm) oppure il 985A dal corpo esterno rettangolare IP65 (81 x 83 x 60 mm). Entrambe le versioni lavorano con una piccola valvola per una regolazione costante dello zero o compensazione. La tensione d'esercizio è di 24 VAC/VDC. Il segnale d’uscita tripolare è configurabile per cavallotto a scelta per 0...10 V oppure 4...20 mA (20...500 Ohm carico). L’assorbimento massimo di corrente con visualizzazione LED è minore di 150 mA senza visualizzazione persino inferiore a 60 mA. I sensori sono adatti per l’impiego in aria e immersi in gas non aggressivi. È possibile la loro commutazione tra due campi di pressione. Il campo di misurazione è, secondo la versione, tra 0...25 Pa e 0...250 kPa. Tramite i cavallotti è regolato sul luogo anche il tempo di reazione, ad esempio per sopprimere la visualizzazione di brevi colpi di pressione. L’utente sceglie sempre tramite il cavalletto tra segnale lineare e da radice (square-rooted signal). Questa ultima caratteristica è molto utile per misurare flussi volumetrici. La scatola del sensore nella versione rotonda soddisfa il tipo di protezione IP 54, la versione rettangolare persino il tipo IP 65.

Scheda 984A Inglese
Scheda 985A Inglese

 

Giugno 2010:
Beck diventa un Operatore Economico Autorizzato (AEO)

Lo status di Operatore Economico Autorizzato è stato comunicato il 10 di giugno del 2010 con il certificato AEO "Semplificazioni doganali/sicurezza" (AEO F).

L’Operatore Economico Autorizzato (AEO = Authorised Economic Operator) ha uno status particolare: è ritenuto particolarmente fidato ed affidabile e pertanto possiamo considerare particolari agevolazioni nell’ambito delle pratiche doganali.

La crescente globalizzazione e la situazione internazionale concernente la sicurezza hanno indotto la Organizzazione mondiale delle dogane (WZO) a creare con un "Framework of Standards to Secure and Facilitate Global Trade" (SAFE) nuove condizioni generali in tutto il mondo per una gestione del rischio moderna ed efficiente nelle amministrazioni doganali.

Un elemento essenziale di quest’iniziativa di sicurezza consiste nell’introduzione dello status dell’ Operatore Economico Autorizzato. Sono attualmente in corso trattative con Paesi terzi (in particolare USA, Cina, Svizzera), che dovrebbe condurre ad un riconoscimento mondiale di questo status.

L’obiettivo è di assicurare la catena generale internazionale di consegna ("supply chain"), che inizia presso i nostri fornitore primi, con Beck come produttore, fino ai nostri clienti.

Lo status di un Operatore Economico Autorizzato ha una validità in tutti gli Stati membri ed è illimitata temporalmente.

 

Ottobre 2009:
Il nuovo campo d regolazione da 20 a 300 Pascal per il pressostato differenziale 930.80 Climair®

Nuovo campo d regolazione 20 a 300 Pascal per il pressostato differenziale 930.80 Climair®Sono attualmente già disponibili, i pressostati differenziali della serie 930.80 Climair®, dotati di campo di regolazione da 20 fino a 300 Pascal. Il campo esteso dei pressostati differenziali offre vantaggi in quanto essi possono essere impiegati ora in maniera ancor più versatile e differenziata. Il campo di regolazione finora usato di 20-200 Pascal per il 930.80 sarà sostituito presso i clienti attuali durante l'anno 2010 in seguito ad una consultazione al riguardo. I nuovi clienti disporranno naturalmente da subito del nuovo campo di regolazione di 20-300 Pascal.

 

Aprile 2009:
Nuovo dado esagonale cieco - giunzione a vite di cavi per il pressostati differenziale 930.8x Climair® ed il trasduttori di pressione differenziale 984M

Nuovo campo d regolazione 20 a 300 Pascal per il pressostato differenziale 930.80 Climair®Questa giunzione a vite per cavi con dado esagonale cieco possiede un efficace scarico della trazione ed una funzione di tenuta nettamente migliorata. Il montaggio di questo passaggio di cavo è in questo modo facilitato, in quanto la guarnizione radiale integrata richiede una minore coppia torcente, vale a dire minore sforzo d’avvitamento in maniera da assicurare una funzione di tenuta secondo IP54.

La giunzione a vite è dimensionata per cavi tondi con un diametro di 5 fino a 10 mm, mentre per cavi più sottili è disponibile quale componente accessoria una riduzione di 5mm fino a 3mm di diametro. Il dado ha un’apertura della chiave di 29 mm, è realizzato in poliammide e possiede un anello di tenuta di NBR.

Disponibile di serie a partire dal 1 maggio 2009.

Vi presentiamo questa giunzione a vite volentieri anche personalmente presso il nostro stand della Fiera industriale di Hannover, nel padiglione 7.0 Stand B01 dal 20 fino al 24 di aprile 2009. Vi invitiamo a prenderne visione.

 

ISH 2009 from 10.-14. March in Frankfurt and Hanover Industrial Fair from 20.-24. April 2009

Beck stand at ISH2009 in FrankfurtInform yourself about our innovations in the field of HVAC and ventilation control technology. You can meet us in hall 10.1 at our booth C84.

From 20. to 24. April we will also be present at the Hanover Industrial Fair, where you will find us in hall 7 stand B01. We like to show you our latest pressure transmitter series 985M in the IP65 case with red LED display.

 

Agosto 2008: Pressostati e pressostati differenziali per le zone a rischio di esplosione (gas)

ATEX zertifizierte DruckwächterLe esplosioni hanno spesso come conseguenza non solo considerevoli danni materiali, ma provocano anche ferite o incapacità lavorativa nelle persone. Naturalmente, per quanto è possibile, si deve tentare di evitare dall'inizio tali situazioni di pericolo. Tuttavia in alcuni settori industriali, quale ad esempio quello chimico, l'utilizzo di miscele gassose infiammabili è spesso inevitabile. In questi casi si devono evitare assolutamente sorgenti d'accensione. Ma una potenziale sorgente d'accensione è costituita anche dalle apparecchiature tecniche. Se tuttavia non si può rinunciare al loro utilizzo, esse devono essere certificate per le cosiddette zone a rischio di esplosione. La direttiva ATEX 94/9/CE fornisce a questo proposito prescrizioni relative al tipo costruttivo (tipo di protezione antideflagrante) e alla gestione della qualità.

inoltre... [PR_ATEX_italian.pdf]

 

Marzo 2008:
Beck alla Mostra Convegno Expocomfort 2008 a Milano

Beck parteciperà all’esposizione internazionale Mostra Convegno Expocomfort che avrà luogo in data 11 – 15 marzo 2008 nel nuovo complesso fieristico di Milano a Pero - Rho. Tale esposizione rappresenta una delle fiere di spicco a livello mondiale nel settore riscaldamento, ventilazione e climatizzazione. In occasione della MCE presenteremo, oltre ai nostri prodotti standard, anche il nostro nuovissimo prodotto, il trasduttore di pressione differenziale 985M, alloggiato in un carter con standard IP 65.

Ci troverete nel PADIGLIONE 15, STAND D42 e naturalmente saremo ben lieti di potervi dare il benvenuto in tale occasione.

a pagina di prodotto

 

Ottobre 2006:
Trasduttore di pressione differenziale 984M

La Beck GmbH Druckkontrolltechnik attualizza la propria gamma di trasduttori di pressione con i due modelli 984M.3x3104b senza display LED, e 984M.3x3114b con display LED. Entrambi i modelli risultano estremamente flessibili dal punto di vista applicativo, grazie all’innovativo dispositivo di commutazione, di facile utilizzo. Tali caratteristiche risultano quindi particolarmente convenienti per le tecnologia di climatizzazione e aerazione, per il monitoraggio dei filtri e il controllo delle correnti d’aria. Il controllo costante e la regolazione degli impianti di aerazione garantisce agli utenti un risparmio notevole di costi di esercizio, accompagnato da una maggiore sicurezza operativa.Entrambe i trasduttori saranno presentati in anteprima alla Fiera IKK di Norimberga, dal 18 al 20 ottobre 2006 e a partire dal mese di novembre saranno disponibili sul mercato mondiale.

Testo completo.
a pagina di prodotto

 

8 aprile – 2 luglio 2006 – Il logo Beck esposto nella galleria civica di Stoccarda

Nel 1969 il grafico Anton Stankowski ha ideato il logo della Beck. In occasione del centenario della galleria, dall’8 aprile al 2 luglio avrà luogo l’esposizione "Stankowski 06 – Aspetti dell’opera omnia" nella galleria civica di Stoccarda. In corrispondenza viene presentata una galleria di manifesti che, in qualità di “Museo negli spazi pubblici” mostra su cartelloni di grandi dimensioni una selezione di marchi aziendali famosi, creati da Anton Stankowski.

Dal 25 aprile fino alla fine del mese di giugno il logo della Beck verrà presentato – su uno spazio di circa 100 metri - nel campo davanti al complesso di edifici di Stoccarda denominato Weißenhofsiedlung, nell’ambito di un’esposizione che comprende altri 20 manifesti di grandi dimensioni.

 

Marzo 2006:
Mostra Convegno Expocomfort 2006

Anche quest’anno abbiamo partecipato come espositori alla Mostra Convegno Expocomfort Clienti e persone interessate hanno potuto informarsi della nostra competenza nel settore dei pressostati e dei sensori di pressione, visitando il nostro stand in anteprima nell’area fieristica di Milano a Pero-Rho. In primo piano sono state presentate le serie 984 e 930.8x Climair per l’automatizzazione di edifici e le tecnologie di aerazione e climatizzazione.